10 trend da non sottovalutare dopo l’emergenza Coronavirus

Dallo scoppio della pandemia causata da COVID-19 siamo stati testimoni di come, in brevissimo tempo, le società globali abbiano rivisto radicalmente le pratiche che fino a poco tempo PRIMA regolavano il mondo globalizzato.

Da sempre le crisi che intercorrono nella storia dell’umanità costituiscono dei trampolini di lancio per ripartire con strategie e pratiche nuove, memori delle contingenze del passato. Nell’ultimo report di Skift vengono elencati i 10 trend che, dal monitoraggio annuale di Trendwatching, ci suggeriscono cosa avrà valore e priorità per i consumatori in un mondo post Coronavirus.

N.1 Experience Economy virtuale

Con la chiusura delle attrattive turistiche più famose al mondo e la sospensione o cancellazione di concerti, campionati sportivi importanti e con il destino delle Olimpiadi di Tokyo le nuove tecnologie immersive offrono ai consumatori esperienze virtuali da vivere comodamente seduti sul proprio divano di casa. L’azienda francese Ubisoft ha lanciato la modalità Discovery Tour all’interno del famoso gioco Assassin’s Creed offrendo la possibilità di scoprire come si viveva nell’Antico Egitto (location del videogioco), mentre le istituzioni culturali più famose del mondo come il MOMA di New York o il Louvre hanno messo a disposizione tour virtuali gratuiti dei propri musei.

N.2 Shopstreaming

L’unione dell’e-commerce e del livestream ha dato vita a questa modalità di acquisto online sempre più coinvolgente, social e interattiva che consente ai consumatori di fare acquisti in tempo reale direttamente da video in livestreaming. Il sito di shopping online cinese Taobao mette a disposizione la sua piattaforma di live streaming retail per aiutare i contadini cinesi colpiti economicamente dall’epidemia ad aumentare le loro vendite.

N.3 Compagni virtuali

Molti di noi si sono ormai abituati a rivolgersi ad assistenti digitali o chatbot online per supporto. Con lo sviluppo dell’IA non si esclude che, in futuro, le personalità virtuali o cosiddetti avatar possano intrattenerci, educarci, diventare nostri amici o curarci. Durante la fiera di elettronica CES 2020 Samsung ha presentato Neon, degli avatar con aspetto e comportamento simili agli esseri umani creati per lavorare a fianco delle persone, non limitandosi a fornire solo dati e informazioni.

N.4 Benessere circostante

Nonostante si tornerà a popolare ambienti con standard igienici meno elevati di quelli assunti durante COVID-19, il desiderio di rimanere al sicuro e di stare bene sarà sicuramente più alto di prima, e ciò creerà un’enorme opportunità: integrare misure per aumentare il benessere dei consumatori negli spazi da loro attraversati. Il nuovo flagship store di Londra della stilista inglese Stella McCartney è stato costruito con un sistema di filtraggio dell’area che elimina il 95% degli inquinanti atmosferici al fine di garantire uno spazio più pulito.

N.5 Rapporto Allievo-Maestro

Con il forte aumento delle ore passate online, i consumatori vorranno spendere parte del loro tempo in maniera più produttiva utilizzando piattaforme che permettano di sviluppare nuove competenze, mettendoli in contatto con insegnanti, esperti e mentori. La piattaforma per l’apprendimento linguistico Duolingo si è associata a Twitch, una piattaforma di videogame in livestreaming per offrire ai propri utenti la possibilità di praticare la lingua scelta grazie alla chat in streaming messa a disposizione da Twitch.

N.6 A-Commerce

Dall’unione tra la crescente domanda di interazioni “senza contatto” e gli ultimi progressi nel campo della robotica, il trend del commercio automatizzato ha ricevuto nuova linfa sviluppando il ramo dell’A-commerce IRL (In Real Life). Domino’s Pizza e la società di robotica Nuro hanno annunciato il lancio di un’iniziativa pilota in cui una flotta di auto robotizzate senza conducente consegnerà pizze ai clienti di Houston, Texas.

N.7 Benessere mentale

Nel mondo di oggi le persone vivono con angosce mentali causate da fattori quali la minaccia del cambiamento climatico o l’ineguaglianza sociale. Qualsiasi business che riuscirà ad aiutare a migliorare il benessere mentale dei consumatori avrà opportunità di sviluppo in futuro. Il Moxy di New York Chelsea, della catena di hotel Marriott, ha annunciato che i propri ospiti avranno accesso a video ASMR (“a risposta sensoriale apicale autonoma”) per aumentare la sensazione di rilassamento mentale.

N.8 Soluzioni Open Source

Le soluzioni Open Source, soprattutto nei momenti di difficoltà come quelli che stiamo vivendo oggi, continuano ad essere le soluzioni che meglio combattono i problemi condivisi della nostra società. SharedStreets, la piattaforma di dati pubblico-privata annunciata da Ford, Uber e Lyft si prefigge di contribuire a ridurre i problemi del trasporto urbano.

N.9 Crescita assistita

Le situazioni di isolamento all’interno delle mura domestiche stanno portando buona parte della popolazione a doversi arrangiare nello svolgimento di alcune faccende quotidiane, rivolgendosi all’economia dell’on-demand. Il marchio di accessori per la cucina Equal Parts mette a disposizione dei propri clienti la funzione Text a Chef: inviando un messaggio si possono ricevere consigli, idee ed ispirazioni per la preparazione di nuovi piatti.

N.10 Status Symbol Virtuali

A discapito dell’acquisto di beni materiali, i più giovani e i videogiocatori hanno sposato l’idea di possedere beni virtuali. Lo sviluppo delle nuove tecnologie, il desiderio sempre più crescente di un consumo sostenibile e la crisi causata dal Coronavirus spingerà il riconoscimento dei beni virtuali come nuovi status symbol in altre industrie e in altri segmenti della popolazione. L’app di gioco Drest fornisce agli utenti delle sfide di stile da eseguire su foto realistiche. I prodotti che vengono utilizzati nel gioco possono essere acquistati sia in-game che dalla piattaforma di vendita online di abbigliamento di lusso Farfetch.

Noi di Twissen abbiamo osservato che questi trend rispondono alla crescente necessità di personalizzazione e immediatezza dell’offerta turistica e degli altri settori di business richiesta dai consumatori in un mondo che, in dialogo con il suo corrispettivo virtuale, rende sempre più labile la linea di confine tra le due realtà. La sfida delle imprese sarà rispondere in maniera adeguata a queste esigenze, rivedendo il proprio business model alla luce di questi nuovi trend.



Autore: Maria Vittoria Bandera
Graduate of the Master in Tourism Economics and Management of CISET Ca' Foscari. In 2019 she joins the Twissen Team specialising in Destination Management projects and activities of video editing.

Lascia un commento