Le opportunità del metaverso per l’hotellerie (Parte 1)

Il metaverso per il settore del turismo offre delle interessanti opportunità e sicuramente un settore che ne beneficerà è quello dell’ospitalità. 

Infatti, un’impresa potrà migliorare la gestione del cliente, durante tutta la sua customer experience e quindi prima, durante e dopo il viaggio, generando nuove linee di ricavo e monetizzando il proprio brand.

Replicare il proprio mood
Una qualsiasi struttura può replicare i propri ambienti oppure li può sviluppare in coerenza con il proprio mood anche grazie ad architetti e designer. Immaginiamoci l’entrata, la reception, il giardino, le stanze o le sale riunioni.
Prima del viaggio il turista target potrà entrare e in maniera immersiva vedere gli ambienti e i servizi che poi potrà prenotare direttamente.
L’accessibilità agli ambienti e la fruizione saranno senza ostacoli.

 

Fonte immagine: ItalyWow

Eventi
In qualsiasi momento, l’utente potrà affittare delle sale riunioni virtuali, eleganti, probabilmente arredate con i più iconici NFT per poter ospitare un meeting con i più importanti clienti, degli eventi aziendali o delle ricorrenze familiari con altri soggetti che si trovano in altri luoghi e che potranno presenziare sotto forma di avatar o meta-human.
E quindi non solo eventi aziendali, ci si potrà sbizzarrire con vari format e con diversi livelli di ibridazione: concerti, mostre, e manifestazioni di vario genere. La scelta dell’ambientazione sarà parte dell’offerta e il maltempo non sarà una minaccia.
Il segmento MICE potrà trovarsi di fronte a nuove sfide: in qualsiasi metaverso si possono già fare incontri e meeting in ambienti creativi, ma comunque standard. Lo status, l’organizzazione e la tecnologia di un’offerta ne determineranno il valore economico e il posizionamento.

Turismo
È vero che il metaverso non sostituirà, soprattutto per chi potrà permetterselo, l’esperienza reale con quella virtuale. Tuttavia, l’ospite potrà voler sperimentare qualche preview o ripetere a distanza, ove realizzabile, l’esperienza ambientata nel territorio.
L’hotel o la struttura rinforza la propria centralità di hub all’interno della destinazione.

Shopping
Durante il soggiorno l’ospite potrà interagire con maggiore comodità, comprando anche servizi, esperienze ed ordinando prodotti e servizi che potrà consumare immediatamente oppure farli recapitare al proprio domicilio.
Ma questo potrà avvenire in qualsiasi momento della customer experience e sarà un’esperienza coinvolgente e continua. L’acquisto (e il riacquisto) di un vino che sto bevendo a tavola, un elemento d’arredo, un profumo o un souvenir. Ogni oggetto negli hotel potrà diventare un portale d’accesso a nuove dinamiche di shopping.

(segue – to be continued)

Immagine di copertina: Screenshot Horizon Worlds/Meta



Autore: Francesco Redi
President and founder at Twissen. Manager in Local Development, Tourism Policies,  EU Funds. He cooperates with several European universities, public bodies, development agencies, DMOs and enterprises.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.