Recovery and Resilience Facility: reagire alla pandemia con il turismo

Recovery and Resilience Facility è il pilastro centrale di Next Generation EU e ha lo scopo di agire e mitigare gli effetti socioeconomici del Covid-19 nei paesi europei.
La crisi post pandemica è un’occasione per rendere la società più sostenibile e resiliente, così da poter meglio recepire le sfide e le opportunità legate alla transizione verde e digitale. 

Il finanziamento dei progetti si basa su sei pilastri:

 Lo stanziamento delle risorse dipende dai risultati. Ovvero, al raggiungimento degli obiettivi prefissati, si sbloccheranno dei pagamenti regolari.
Lo Scoardboard fornisce un aggiornamento sullo stato di avanzamento del Programma nei vari paesi, mentre RECOVER è la task force creata per il supporto delle attività. 

L’impatto diretto o meno del Programma sul settore turistico dipende dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza stilato dal Paese stesso. La Commissione Europea consiglia l’intervento in quattro aree chiave, funzionali anche allo sviluppo del turismo: 

Innovazione
Reskill e upskill
Modernizzazione
Recharge e refuel 

Noi di Twissen consideriamo la definizione degli obiettivi uno step fondamentale per garantire i fondi  al progetto e assicurare prospettive di lungo termine. Gli obiettivi dovrebbero essere realistici, misurabili e condivisi fra i partner. 



Autore: Chiara Durigon
Graduating in Local Development and a convinced Europeanist, she studies and researches European projects at national, regional and local level for Twissen.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.