I milionari cinesi investono in beni e servizi di lusso

L’industria cinese del Travel & Tourism è un mercato in crescita in termini di volumi ed investimenti. Secondo il report “Hurun Chinese Luxury Consumer Survey 2017” dell’Hurun Research Institute , che ha intervistato 449 “milionari” cinesi, ossia che possiedono un patrimonio in media di 1,3 milioni di euro a testa, il 90% di essi è ottimista nei confronti dello sviluppo dell’economia cinese, ed è stato registrato un crescente interesse, del circa 20%, verso beni e servizi di lusso.

Sebbene per gli investimenti il mercato immobiliare sia quello preferito dai milionari cinesi, viaggiare è l’attività leisure prediletta, e registra il tasso di spesa più alto. In particolare, tra i regali preferiti, vi è un crescente interesse per i voucher di viaggio (al 9°posto per gli uomini ed al 5° per le donne). Inoltre, il report evidenzia che il settore dei viaggi registra un particolare interesse nei milionari senior. Nelle loro preferenze, i voucher di viaggio si trovano al 2° posto.

I milionari cinesi, a causa dei propri impegni lavorativi, non viaggiano molto per motivi leisure. Tuttavia, dedicano circa 8 giorni al mese per viaggi di lavoro. In media, ogni anno trascorrono 10 giorni di vacanza per svago, tranne i “super-ricchi”, che possono permettersi 15 giorni di vacanza all’anno. Inoltre, si recano all’estero circa 3 o 4 volte all’anno. Le destinazioni preferite nel 2016 sono state le Maldive, seguite dalla Francia e dagli USA. Altre destinazioni europee che hanno registrato flussi turistici interessanti dalla Cina sono state il Regno Unito (5° posto), la Svizzera (10°), l’Italia (11°) e la Germania (15°).

Un’altra ragione che spinge i milionari cinesi a viaggiare è l’educazione. I genitori preferiscono mandare i figli a studiare all’estero, specialmente negli Stati Uniti, nel Regno Unito e in Canada, che ha preso il posto dell’Australia nelle loro preferenze.

Il report mostra come il mercato cinese si stia indirizzando verso nuovi metodi di pagamento. Il preferito è Alipay, che sta rimpiazzando le carte di credito, e Wechat, che era molto popolare nel Paese.

Noi di Twissen abbiamo osservato che il mercato immobiliare cinese sta conoscendo un grande sviluppo in termini di investimenti, e che il tasso di consumo è piuttosto elevato quando si parla di viaggi ed educazione dei figli. La salute e il turismo sono i settori che rilevano una spesa più alta. La Cina sta diventando il mercato potenzialmente più importante non solo in campo economico, ma anche per quanto riguarda lo stile di vita, la salute, i viaggi, ed è previsto che Pechino e Shanghai saranno entro 5 anni in cima alle città più importanti al mondo. Si prevede che l’EU-China Year of Tourism 2018 possa sviluppare la cooperazione tra le due destinazioni, e che farà sorgere nuove opportunità per l’industria del Travel & Tourism.



Autore: Martina Baldo
She graduated in Intercultural Development of Tourism Systems and she has a passion for foreign languages and cultures. Since 2016 she works as administration and tourism project manager at Twissen.

Lascia un commento