Crociere: l’innovazione passa per il prodotto – Twissen Season Report Inverno 2017

Il settore crocieristico è stato tra quelli che nel 2016 hanno registrato i risultati più performanti. Facendo riferimento al report della Cruise Lines International Association (CLIA), il numero di persone che effettuano una crociera è in costante crescita dal 2009, anno in cui hanno viaggiato 17,8 milioni di turisti. Dal 2009 il numero di passeggeri è cresciuto fino ad arrivare nel 2016 a 25 milioni di unità, permettendo al settore crocieristico di rappresentare circa 110 miliardi di euro della produzione economica globale. I passeggeri provengono in gran parte dagli Stati Uniti (circa 12 milioni), dalla Germania (più di 2 milioni) che ha registrato una crescita dell’11% dal 2015 al 2016, dal Regno Unito (circa 1,9 milioni) con una crescita del 5,6% dal 2015. Nel dettaglio, le crociere su fiume sono aumentate dell’11,2% a quasi 167mila passeggeri, e del 6,7% quelle in mare. In particolare, le crociere su fiume sono uno dei trend in maggiore crescita. Il report CLIA prevede un aumento del 7% nel 2017 del numero di imbarcazioni che si specializzeranno in questo segmento. Inoltre, si prevede che i viaggiatori continueranno a preferire i canali offline per la prenotazione. Relativamente alle destinazioni, sono in crescita quelle nordeuropee ed in calo quelle mediterranee, principalmente per questioni legate alla sicurezza. In crescita anche le regioni asiatiche sul Pacifico, con più di 2 milioni di viaggiatori, dei quali circa 1 milione è di provenienza cinese, rappresentando uno dei mercati d’origine più interessanti. Oltre alle crociere su fiume, cresce anche la domanda per le cosiddette crociere-spedizioni, generalmente in mezzo ai ghiacci dell’Artico o dell’Antartico; questo prodotto risponde alla domanda in crescita per il turismo d’avventura. Anche il settore crocieristico si sta adeguando per soddisfare la domanda del turismo luxury, offrendo servizi sempre più esclusivi ed autentici, come il servizio di chef stellati a bordo. Particolarmente sensibili a questo segmento sono i turisti britannici la cui domanda di crociere di lusso è cresciuta del 9% rispetto al 2015, con quasi 30mila prenotazioni.

Qui troverai anche:

  • E’ l’ora delle BOTA!
  • Wi-Fi a bordo: in aereo è realtà
  • Mega Online Travel Retailers VS Travel Market Platforms
  • L’estate indiana
  • Crociere: l’innovazione passa per il prodotto
  • La strategia è mobile
  • Le destinazioni emergenti di contendono i cicloturisti
  • Student travel: un target interessante per hotel e OTA
  • Il Travel Ban aggiunge incertezza al turismo USA


    SCARICA SUBITO IL TWISSEN SEASON REPORT INVERNO 2017!

     



    Lascia un commento