Digital Europe: la transizione digitale per il turismo nella programmazione 2021-2027

Digital Europe è un nuovo programma di finanziamento che rientra nella programmazione 2021-2027 dell’UE, con l’obiettivo di avvicinare cittadini, imprese e pubblica amministrazione alla digitalizzazione. 

La pandemia ha accelerato un processo già in atto, la transizione digitale, e per questo, l’Unione Europea prevede lo stanziamento di 7,6 miliardi di euro per le seguenti aree di interesse: supercomputing (2,2 miliardi), intelligenza artificiale (2,1 miliardi), cybersecurity (1,6 miliardi), capacità digitali avanzate (580 milioni), utilizzo diffuso di tecnologie digitali (1,1 miliardi). 

Il settore turistico è particolarmente considerato in due azioni: “European Common Data Space for Cultural Heritage” che riguarda la transizione digitale del settore culturale e “Mobilità”, che si focalizza su un aspetto chiave per l’avanzamento del settore.
Inoltre, la trasversalità del turismo consente alle PMI di beneficiare di ulteriori servizi di supporto offerti dagli European Digital Innovation HubsSi tratta di centri di supporto alle aziende con l’offerta di servizi, ad esempio: miglioramento del business/produzione tramite la digitalizzazione, formazione, consulenza finanziaria, etc. 

Fino al 22 febbraio 2022 è aperta la call per il progetto “Preparatory Actions for Data Spaces”, la cui terza priorità è “Azioni preparatorie per il Data Space del turismo”, con una dotazione di 1 milione di euro. 
L’obiettivo finale è la creazione di un Data Space sicuro che permetta di migliorare le performance economiche e ambientali del turismo, oltre a consentire la condivisione, l’elaborazione e l’analisi di dati di settore. Attraverso le preparatory actions si vogliono creare le condizioni ideali per il funzionamento del Data Space, investendo in un meccanismo di governance per il data sharing, che porti alla creazione di modelli di business sostenibili e sistemi che incentivino la condivisione di dati. 
Il consorzio degli stakeholders coinvolti, deve dimostrare dimensione internazionale e dimostrare solida esperienza nella gestione del turismo e di data analytics 

Noi di Twissen osserviamo come la digitalizzazione sia fondamentale per favorire uno sviluppo del settore più flessibileresiliente e soprattutto interconnesso. Tali caratteristiche risultano essenziali per la ripartenza all’interno del contesto attuale, particolarmente dinamico e ricco di sfide. 



Autore: Chiara Durigon
Graduating in Local Development and a convinced Europeanist, she studies and researches European projects at national, regional and local level for Twissen.

Lascia un commento