Intervista a TrekkSoft, un software per gestire tour e attività

Nel trend crescente della domanda di turismo esperienziale si è sviluppato Trekksoft, azienda multinazionale che offre un software per la gestione dei tour e delle attività a destinazione, coordinandone la prenotazione ed i pagamenti.

Twissen ha intervistato Maria Giulia Biagiotti, responsabile per il Content Marketing per il mercato Italiano in TrekkSoft.

Twissen: Com’è nata l’idea di TrekkSoft?

Biagiotti: TrekkSoft non è nata in un incubatore, ma si è sviluppata nel cuore del turismo e dello sport d’avventura dove uno strumento per la gestione delle prenotazioni era un bisogno immediato e diretto.
Durante la metà degli anni novanta, Jon Fauver, nostro CEO, ha iniziato la sua attività nel mondo del turismo come guida di rafting, organizzando tours in Nepal, India, Sud America e Stati Uniti. Dopo essersi trasferito in Svizzera e dopo alcune esperienze nel settore turistico, Jon ha iniziato la sua collaborazione con Philippe e Valentin, attuali CFO/COO e CTO.
In risposta alle esigenze del turismo locale, hanno fondato TrekkSoft nel 2010 a Interlaken (Svizzera). Jon ha contribuito con il suo background di oltre 20 anni di esperienza nel settore del turismo, mentre Valentin e Philippe hanno aggiunto la loro expertise imprenditoriale come membri del consiglio.

Tw: Ci presentate il vostro team (e la vostra sede)?

B: Siamo orgogliosi della multiculturalità e dello spirito di collaborazione verso il raggiungimento dei risultati del nostro team. Al momento TrekkSoft conta 100 impiegati provenienti da ogni parte del mondo e stiamo puntando a raggiungere i 120 impiegati entro la fine dell’anno. Siamo entusiasti di affermare che il nostro team è composto da oltre 20 differenti nazionalità, simbolo di altrettante vivaci culture differenti che apportano ogni giorno un punto di vista unico e fondamentale su un mercato altrettanto vasto e internazionale.
La nostra sede principale è in Interlaken, Svizzera, dove è nato e si è sviluppato il nostro software per la gestione delle prenotazioni ma abbiamo uffici anche a Barcellona (Spagna), Dublino (Irlanda) e Monaco (Germania).

Tw: Qual è il modello di business dell’azienda?

B: Trattandosi di una Saas, software as a service, TrekkSoft presenta il tipico modello di business delle imprese di questo settore, a cui abbiamo aggiunto un tocco inbound: crediamo fortemente nel valore aggiunto dato dall’expertise del nostro team. È per questo motivo che organizziamo periodicamente seminari online ed eventi, oltre che aggiornare il nostro blog multilingua con le ultime novità e consigli di settore. Il nostro obiettivo è infatti, aiutare tour operator e chi gestisce attività a destinazione di tipo turistico e sportivo ma anche chi offre esperienze locali ad esprimere tutto il proprio potenziale. Desideriamo favorire la trasformazione digitale del settore, elemento necessario per continuare a rimanere competitivi nel mercato, grazie non soltanto ad un software che permetta una gestione efficiente delle prenotazioni, ma anche grazie al supporto del nostro team di esperti nella semplificazione dei processi.

Tw: A quale target di utenza vi rivolgete?

B: Il nostro target coinvolge i tour operator e gli activity providers, comprendendo in questo ambito tutte le imprese che offrono tour, attività a destinazione, esperienze locali: imprese che hanno la necessità di gestire in efficienza le prenotazioni delle attività offerte a destinazione e il noleggio delle attrezzature coinvolte nelle attività e che desiderano cavalcare il potenziale di crescita offerto dai canali digitali.

Tw: Quali sono i vantaggi per i vostri utenti? 

B: Grazie a TrekkSoft i nostri utenti possono gestire in efficienza le prenotazioni sia online che offline in ogni fase della loro impresa: dalla creazione di un sito web ottimizzato per i dispositivi mobili, all’integrazione di quello esistente con il sistema di gestione delle prenotazioni, al controllo del calendario delle attività e prenotazioni, alle comunicazioni inviate ai clienti, alla gestione delle risorse coinvolte (dalle guide turistiche alle attrezzature), alla reportistica specifica di settore per il controllo delle KPI (Key Performance Indicators, indicatori chiave di prestazione) fondamentali. TrekkSoft inoltre permette una gestione dei processi a tutto tondo, efficiente e oculata coinvolgendo anche i canali di distribuzione, permettendo la rivendita e il cross-selling delle attività da parte sia di agenti sia di partner, oltre che il collegamento ai maggiori marketplace e OTA di settore e DMO.

Tw: Su quali dispositivi è disponibile la vostra piattaforma?

B: La nostra piattaforma è disponibile online, in formato desktop e in app mobile, per consentire la gestione dell’attività anche quando si è fuori ufficio, “on-the-go” durante un’escursione o al momento della partenza del prossimo tour, ad esempio.

Tw: Come viene gestita la clientela internazionale?

B: Al momento contiamo clienti in oltre 130 paesi in tutto il mondo: il nostro team, internazionale anch’esso, si sta concentrando principalmente sui mercati europei ma i nostri asset specifici ci permettono di lavorare in lingua inglese, spagnola, italiana, tedesca. Puntiamo però ad espanderci presto verso altre lingue.

Tw: Dal vostro punto di vista, quali sono i Paesi più propensi ad accogliere le innovazioni digitali? Ci fate qualche esempio di realtà con la quale avete collaborato?

B: L’Italia sta sperimentando in questo momento una forte crescita verso il digitale e presenta un grande potenziale: secondo i dati Phocuswright, il 40% degli intervistati ancora utilizza sistemi “carta e penna” per registrare le prenotazioni ma il 73% prevede allo stesso tempo una crescita delle prenotazioni online – da sito web, da app mobile e da OTA.
Tra i nostri casi di successo in Italia possiamo annoverare Travel etc e ItalyonaBudget ma vogliamo anche favorire il networking delle imprese per generare una collaborazione vantaggiosa per tutti gli operatori. Un ottimo esempio di successo all’estero è infatti Fjord Norway, l’ente del turismo norvegese con il quale è stato possibile creare uno stretto network di fornitori locali con possibilità di prenotazione online, dimostra l’applicabilità del software anche su più larga scala.

Tw: Collaborate anche con le OTA? In che modo?

B: Al momento stiamo collaborando con numerose OTA per permettere ai nostri clienti di trovarsi esattamente dove il loro cliente potrà incontrarli. Tra le OTA con cui collaboriamo al momento vi sono  Viator, Musement, Tourradar, Veltra, Lastminute.com; il nostro dipartimento dedicato allo sviluppo del prodotto sta inoltre lavorando a nuove interessanti integrazioni, di cui informeremo presto il nostro pubblico.

Tw: Con quali metodi di pagamento si integra il prodotto TrekkSoft?

B: Il sistema di gestione delle prenotazioni di TrekkSoft prevede la possibilità di processare e ricevere pagamenti multivaluta via carta di credito e attraverso un payment gateway sia proprietario – ai tassi più bassi del mercato – sia di terzi, come Paypal, Stripe e molti altri.
Inoltre, con TrekkSoft è possibile processare i pagamenti sul posto, “on-the-go” grazie al dispositivo Mobile Card Reader: il software nasce infatti per facilitare l’amministrazione anche alle imprese che devono gestire e ricevere pagamenti fuori ufficio.

Tw: Avete ricevuto round di investimenti?

B: Abbiamo ottenuto 3 round di investimenti, raccogliendo finanziamenti per oltre 5 milioni di dollari fino ad oggi.

Tw: Che rapporti avete con la clientela italiana? Avete dei progetti specifici per il Paese? (solo sito IT)

B: Al momento abbiamo un team specificatamente dedicato al mercato italiano per gli ambiziosi progetti che stiamo portando avanti e che stiamo preparando per gli operatori del settore turistico italiano. Con l’obiettivo di favorire la formazione e la digitalizzazione, al momento organizziamo periodicamente eventi come il Laboratorio del Turismo Digitale, una serie di cinque appuntamenti gratuiti dedicati alla formazione in tutta Italia, con speaker d’eccezione, che hanno avuto grande successo e che si sono conclusi con l’appuntamento di Catania il 21 Marzo 2017. Inoltre, offriamo la nostra expertise grazie a seminari online in italiano e con materiali quali ebook, checklist, articoli di aggiornamento sui migliori strumenti per aumentare le prenotazioni: tutto gratuitamente e specificatamente dedicato al mercato italiano.