Coopetizione tra destinazioni: Western Silk Road, un brand per il turismo creativo

Lo scenario attuale sta diventando sempre più competitivo e nuove forme di alleanza vengono costantemente ricercate. Le destinazioni turistiche stanno sperimentando nuove strategie dove la cooperazione e la competizione coesistono, creando la cosiddetta coopetizione.

In questo modo vengono sviluppate sinergie in diversi ambiti quali la promozione, la conoscenza, l’accesso alla finanza o alle tecnologie.

La coopetizione tra le destinazioni turistiche è tipica di itinerari e rotte turistiche o altre tipologie di alleanze formali o informali. Ad oggi, esempi di coopetizione nel turismo sono presenti sotto diverse forme:

  • itinerari (locali, nazionali e transnazionali);
  • rotte (locali, nazionali e transnazionali);
  • sentieri;
  • progetti specifici;
  • prodotti transnazionali.

Come già riportato, lo UNWTO Silk Road Programme è probabilmente il più grande esempio di coopetizione tra destinazioni, evocando esperienze di viaggio uniche e connettendo l’Oriente con l’Occidente.

L’Europa ne sta traendo beneficio, attraverso la Western Silk Road (WSR), che include i territori compresi tra il Mar Caspio e Venezia (Italy).

Il 5 dicembre scorso Twissen ha moderato il Western Silk Road Focus Group che si è tenuto a Venezia presso l’incantevole sede del TIM Future Centre di San Salvador, al quale hanno partecipato rappresentanti dell’Unità Turismo della Regione Veneto, del Servizio Turismo della Città di Venezia, del Consiglio d’Europa Ufficio di Venezia, Sito Unesco della Città di Venezia, Confartigianato Turismo, CERS – Consorzio Europeo Rievocazioni Storiche e Telecom Italia.

Il meeting ha portato l’attenzione sulle potenzialità del Programma della Western Silk Road e sulla quantità e qualità di patrimonio tangibile ed intangibile che può essere sfruttato per promuovere prodotti turistici ed esperienze di viaggio. Scoprire le componenti legate all’artigianato, come tessuti, profumi e, naturalmente, la seta è stata una piacevole scoperta.

Nonostante una generale attenzione verso la sostenibilità turistica dell’are, gli stakeholders sono coscienti del fatto che Venezia rappresenti la porta verso esperienze di viaggio uniche e off the beaten tracks marchiate Western Silk Road.